Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Il commissario Montalbano – L’altro capo del filo new

Elena Biasini viene uccisa nella sua sartoria. L’omicidio in un primo momento sembra inspiegabile ma Montalbano saprà collegare i vari elementi della vita di questa donna straordinaria, fino a scoprire la verità che si cela dietro la sua morte.

Il Commissario Montalbano è la fiction Rai che negli ultimi vent’anni ha spopolato maggiormente all’estero. I diritti sono stati venduti in tutto il mondo: Stati Uniti, i paesi dell’est Europa, America latina, Russia e il Regno Unito. La puntata si svolge in un paese immaginario, quello di Bellosguardo: nella realtà le scene sono state girate tra due borghi del Friuli Venezia Giulia, ossia Cividale e Venzone.

Il secondo in particolare rientra tra i Borghi più belli d’Italia: è l’ultimo esempio in Friuli Venezia Giulia di cittadella fortificata del Trecento nonché uno dei più straordinari esempi di restauro in campo architettonico e artistico grazie a un meticoloso lavoro di ricostruzione in seguito al violento sisma del 1976. Cividale è una cittadina sul fiume Natisone altrettanto importante dal punto di vista storico e artistico: è stato il primo ducato longobardo in Italia e dal suo nome romano, Forum Iulii, ha preso il nome tutta la regione Friuli Venezia Giulia. Per quanto riguarda i suoi abitanti, si dice che “ne sappiano una più del diavolo”… la spiegazione è data dalla leggenda del Ponte del Diavolo: anticamente i cittadini di Cividale si riunirono in assemblea per escogitare il modo di costruire un solido ponte in pietra, che congiungesse le due sponde del Natisone. Si decisero a convocare il Diavolo. Quest’ultimo si presentò con tanto di occhi rossi, coda, corna, offrendo il proprio aiuto per la realizzazione del ponte ma, pretendendo in cambio, l’anima del primo cividalese che vi sarebbe transitato.

L’assemblea accettò le condizioni del Diavolo, il quale in una sola notte edificò la struttura. La mattina seguente il Diavolo cercò di riscuotere la ricompensa, venendo però ingannato dagli astuti cividalesi che fecero attraversare il ponte da un cane (o gatto secondo un’altra versione della leggenda). Il Diavolo cercò di distruggere la costruzione ma una Croce, seguita dal popolo, lo mise in fuga.

Anno

2019

Regia

Alberto Sironi

Sceneggiatura

Alberto Sironi

Attori

Luca Zingaretti, Sonia Bergamasco, Elenea Radonicich, Ahmed Hefiane, Giorgia Salari, Carlo Calderone.

Location

Iscriviti alla Newsletter

Resta in contatto.
Ogni mese ti spediremo suggerimenti di viaggio in Friuli Venezia Giulia e novità e proposte dai progetti dei nostri partner.

FVG film locations

Location cinematografiche in Friuli Venezia Giulia

FVG Film Locations fa parte del progetto “CINETURISMO. Itinerari turistici alla scoperta dei luoghi del cinema in FVG”, un progetto di comunicazione per la promozione turistica del territorio del Friuli Venezia Giulia, realizzato nel 2013 con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Capofila progetto
Studio Sandrinelli srl
via Carducci 22, Trieste
fvgfilmlocations@gmail.com

Sviluppo portale
Divulgando srl
Viale Miramare 15, Trieste

Collaborano al progetto>>

Copyright © 2021 FVG film locations. P.IVA 01137110324 – Privacy policy