Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

I luoghi del cinema in bicicletta

Il piacere di pedalare in mezzo alla natura, tra borghi e paesaggi suggestivi, toccando i luoghi che sono stati set di note produzioni cinematografiche: il Friuli Venezia Giulia si può scoprire anche in sella a una bici con oltre 600 km, tra percorsi e ciclovie per i più o meno esperti.

Per gli amanti dei percorsi slow c’è la “Strada del Vino e delle Ciliegie”: un anello di quasi 37 km che partendo da Gorizia vi porterà ad esplorare, tra gli altri, i luoghi della serie tv “Volevo fare la Rockstar” del regista Matteo Oleotto. Un’alternativa è la “Ciclopedonale Slow Collio”, 9 km che collegano Mossa, incantevole borgo alle porte del Collio, a Capriva del Friuli. L’itinerario termina nei dintorni del Castello di Spessa, che ha ospitato in passato anche il rubacuori per antonomasia, Giacomo Casanova.

Se vi spostate più a nord incrocerete un tracciato che parte dal centro storico di Cividale, di recente set per “Il Commissario Montalbano”. Immancabile la visita al Tempietto longobardo, una delle più straordinarie architetture alto-medievali occidentali, inserito in un itinerario riconosciuto dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità.

Da qui, pedalando in mezzo ai vigneti, potrete raggiungere l’incantevole cittadina di Gemona che, nel 1959, è stata location del capolavoro della storia del cinema “La Grande Guerra” di Mario Monicelli. Imboccando la “Ciclovia Alpe Adria” è possibile partire da Tarvisio e arrivare a Grado, passando per Pontebba (il vicino Passo Pramollo ha ospitato persino una scena di “007 James Bond – Zona Pericolo”) e Udine. Qui vi consigliamo una tappa per salire sul Colle del Castello dove è stata girata una scena di “Un bacio”, tratto dall’omonimo romanzo del regista Ivan Cotroneo. Il Castello, imponente edificio cinquecentesco, fu sede del patriarca di Aquileia e del Luogotenente veneto della Patria del Friuli.

In questo percorso attraverserete anche Aquileia che, fino a novembre, ospita molte iniziative dedicate al territorio in occasione del centenario del Milite Ignoto. Arrivati a Grado, scelta da Pasolini per il suo film “Medea”, immancabile la visita ai Casoni, le antiche case di paglia dei pescatori. Alcuni di essi si sono trasformati in rustiche trattorie e, durante la bella stagione, è possibile degustare ottimi piatti di pesce accompagnati da polenta e vino friulano.

Le nostre suggestioni si fermano a Trieste, regina indiscussa delle produzioni che arrivano in Friuli Venezia Giulia, non da ultima la terza serie de “La porta rossa” trasmessa da Rai 2 le cui riprese termineranno questo dicembre. Qui potete imboccare a San Giacomo la “Ciclabile Triestina” che vi porterà fino in Slovenia.

Iscriviti alla Newsletter

Resta in contatto.
Ogni mese ti spediremo suggerimenti di viaggio in Friuli Venezia Giulia e novità e proposte dai progetti dei nostri partner.

FVG film locations

Location cinematografiche in Friuli Venezia Giulia

FVG Film Locations fa parte del progetto “CINETURISMO. Itinerari turistici alla scoperta dei luoghi del cinema in FVG”, un progetto di comunicazione per la promozione turistica del territorio del Friuli Venezia Giulia, realizzato nel 2013 con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Capofila progetto
Studio Sandrinelli srl
via Carducci 22, Trieste
fvgfilmlocations@gmail.com

Sviluppo portale
Divulgando srl
Viale Miramare 15, Trieste

Collaborano al progetto>>

Copyright © 2022 FVG film locations. P.IVA 01137110324 – Privacy policy